L'approccio in dettaglio

Quante volte ti sei trovato a parlare con qualcuno della famosa "stragrande maggioranza degli Italiani" (magari di 50 o 60 anni) e a spiegargli come la TV lo infinocchia ogni giorno?

Bene, la prossima volta, invece di annoiarlo, parlagli delle meraviglie del Web, e di come tu possa insegnargli ad usarlo in un solo week-end. Gratis e a casa sua. Anche se non è un tuo amico, anche se l’hai appena conosciuto.

Non concentrarti su politica e informazione, cerca di incuriosirlo sui suoi interessi (risparmio, divertimenti, ecc.). Ricorda, l’importante è portarlo sul Web, non convincerlo delle tue idee politiche.
Una volta sul Web, si troverà in un mondo davvero democratico, dove sarà facilmente raggiungibile da persone che, molto meglio di quanto possa fare tu, gli potranno dare un'informazione corretta (o almeno dei punti di vista alternativi) sulle tante cose taciute o distorte dai grandi media (persone che oggi, a causa dello scarso accesso alla Rete, hanno poco impatto sull'opinione pubblica).

Ovviamente, se non lo vorrà, userà il Web solo per leggere il Corriere o la Gazzetta dello Sport.
Questo è già è molto: si tratta sempre una persona che in futuro sarà in grado di controllare su Internet se quello che vede in TV sia vero o meno, e basterà molto meno per "svegliarlo".
Inoltre, tu avrai instaurato un rapporto personale con lui, che potrai coltivare come meglio credi.

Spiegagli che il progetto è vasto, e digli che quindi tu non puoi spendere il tuo poco tempo con persone non interessate. Anche tu hai un lavoro e una famiglia!

Se vuole partecipare deve fare un piccolo e ragionevole investimento:

  1. Deve comprare un computer portatile. Non ha senso imparare ad usare un computer se non lo si possiede!
  2. Deve comprare un abbonamento ad Internet ADSL senza limiti. Non ha senso imparare a navigare se non lo si può fare tutti i giorni!
  3. Digli che i costi oggi sono molto bassi: un computer portatile con dispositivo di rete wi-fi si può acquistare anche a 300 euro, e un abbonamento ADSL senza limiti costa solo 20 euro al mese. Infine, un modem/router senza fili per l’accesso costa circa 50 euro (meglio acquistarlo che noleggiarlo dunque).
  4. Digli che lo aiuterai negli acquisti e nell’attivazione dell’abbonamento ADSL, se non sa come fare. Ovviamente gratis.
  5. Deve trovare almeno 4 suoi amici che vogliano fare altrettanto (il tuo impegno deve fruttare al massimo; assistere nell'acquisto ed insegnare contemporaneamente a 5 persone è molto più efficiente)

Appena il servizio ADSL del tuo nuovo amico viene attivato (di solito dopo circa 20 giorni), effettui il corso a casa sua insieme ai suoi amici durante un sabato e la successiva domenica, usando il suo abbonamento ADSL.

In 10 ore sarai in grado (vedi materiale per i docenti) di portare 5 nuove persone sul web con conoscenze minime, sufficienti però per accedere ad alcuni siti a tua scelta, magari anche avvicinandoli alla tua associazione (ma ti consiglio di non insistere troppo: il campanilismo è la nostra rovina, e ti farà perdere in credibilità!)

Dopodiché mostri ai tuoi allievi come potranno migliorare le loro competenze da soli, usando le video-lezioni (in pillole di pochi minuti) che sono presenti su questo sito (a cui, se vuoi, puoi collaborare).

E tu sarai libero per formare altre persone.

Pensaci un attimo: 10 ore del tuo tempo e 5 nuove persone su Web, con tanto di computer proprio e abbonamento Internet, a cui puoi inviare il link di un illuminante video su YouTube o dell'ultimo post del tuo blog preferito.

Quante ore hai speso a sfogarti su blog e forum? Hai visto risultati?
No? Beh, cosa pretendi, siamo solo il 15% degli elettori!

Requisiti stringenti?

Noterai come i requisiti richiesti alle persone siano abbastanza stringenti. Devono acquistare un computer (anche se economico) ed un abbonamento ADSL senza limiti. Perché? Facile:

  1. Hai bisogno di un luogo con connessione Internet dove effettuare il corso. La casa di un allievo è il luogo migliore: è gratis e non devi organizzare nulla, al massimo ti fai invitare a pranzo :-). Il fatto che i partecipanti acquistino computer portatili (e non fissi) risolve il problema alla radice: non hai bisogno di trovare aule "attrezzate". Infine, ognuno impara sul suo proprio computer (è noto che i computer portatili sono considerati dalla stragrande maggioranza degli utenti come molto più comodi dei fissi, visto che li si puo' usare in poltrona, in giardino, o a letto, tenuti sulle ginocchia come un libro: questo dà l'idea di un oggetto per lo svago, non il lavoro).
  2. Il nostro ambizioso obiettivo è di formare milioni di persone. Ricorda: formarne 10.000 non cambierebbe nulla! Per questo dobbiamo fare in modo che il meccanismo sia efficiente e che possa crescere esponenzialmente. Quindi:
    1. Accetta di fare un corso solo a persone davvero interessate. Se qualcuno non vuole acquistare un computer e un abbonamento ADSL, difficilmente si terrà informato davvero sul Web. Fatica sprecata. Declina gentilmente.
    2. Accetta di fare un corso solo a gruppi (4 o 5 persone). Per il momento non sprecare il tuo tempo con singoli. Ce n’é di persone da formare lì fuori, e tu sei solo e con poche forze! Delega il tuo contatto principale a trovare gli altri partecipanti. Se non lo fa, declina gentilmente.
    3. I nuovi internauti dovranno essere in grado a brevissimo di insegnare ad altri. Per questo le nozioni trasmesse durante il corso devono essere minimali, e scelte accuratamente. Chiunque sappia andare a malapena su web deve poterlo insegnare ad altri. Per tutto il resto, useremo le video-lezioni.

Continua: 3. Il metodo in dettaglio »

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License